//
NORMATIVA
C.I.T.E.S.
Convenzione di Washington
Convenzione di Berna IUCN Red Data Book Link utili
CITES in Italia
Decreti Min.:  19/04/1996 , 03/05/2001*
08/01/2002 , 08/07/2005 , 31/10/2005
Circolari CITES:  n. 38/02 , n. 35/02 , n. 18/03 , n. 09/05
Regolamenti CE  
n. 338/1997 , n. 1808/2001
n. 349/2003 , n. 1497/2003
n. 252/2005 , n. 1332/2005
n. 605/2006 , n. 865/2006 
n. 1037/2007
n. 359/2009 , n. 407/2009 
CE Regolamento n. 1332/2005
che modifica il regolamento (CE) n. 338/97 del Consiglio relativo alla protezione di specie della flora e fauna selvatiche mediante il controllo del loro commercio

Regolamento (CE) n. 1332/2005 della Commissione del 9 agosto 2005
(G.U.C.E. 19 agosto 2005, n. L 215)

LA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea,

visto il regolamento (CE) n. 338/97 del Consiglio, del 9 dicembre 1996, relativo alla protezione di specie della flora e della fauna selvatiche mediante il controllo del loro commercio (¹), in particolare l'articolo 19, paragrafo 3,

considerando quanto segue:

(1) Nella 13a sessione della conferenza delle parti della Convenzione sul commercio internazionale delle specie di flora e di fauna selvatiche minacciate di estinzione (di seguito "Convenzione"), svoltasi a Bangkok (Thailandia) nell'ottobre 2004, sono state apportate alcune modifiche alle appendici della Convenzione.

(2) Le specie Orcaella brevirostris, Cacatua sulphurea, Amazona finschi, Pyxis arachnoides e Chrysalidocarpus decipiens sono state trasferite dall'appendice II all'appendice I della Convenzione.

(3) Le specie Haliaeetus leucocephalus, Cattleya trianaei e Vanda coerulea, la popolazione dello Swaziland di Ceratotherium simum simum (al fine esclusivo di permettere l'esportazione di trofei di caccia e di animali vivi verso destinazioni adeguate e accettabili), la popolazione di Cuba di Crocodylus acutus e la popolazione della Namibia di Crocodylus niloticus sono state trasferite dall'appendice I all'appendice II della Convenzione.

(4) Le annotazioni relative agli elenchi nell'appendice II della Convenzione, delle specie Loxodonta africana (popolazioni della Namibia e del Sudafrica), Euphorbia spp., Orchidaceae, Cistanche deserticola e Taxus wallichiana sono state modificate.

(5) Le specie Malayemis subtrijuga, Notochelys platynota, Amyda cartilaginea, Carettochelys insculpta, Chelodina mccordi, Uroplatus spp., Carcharodon carcharias (attualmente nell'appendice III), Cheilinus undulatus, Lithophaga lithophaga, Hoodia spp., Taxus chinensis, T. cuspidata, T. fuana, T. sumatrana, Aquilaria spp. (ad eccezione di A. malaccensis, già contenuta nell'appendice II), Gyrinops spp. e Gonystylus spp. (precedentemente contenuta nell'appendice III) sono state incluse nell'appendice II della Convenzione.

(6) La specie Agapornis roseicollis è stata eliminata dall'appendice II della Convenzione.

(7) A seguito della 13a sessione della conferenza delle parti della Convenzione, le popolazioni della Cina delle specie Chinemys megalocephala, C. nigricans, C. reevesii, Geoemyda spengleri, Mauremys iversoni, M. pritchardi, Ocadia glyhpistoma, O. philippeni, O. sinensis, Sacalia bealei, S. pseudocellata, S. quadriocellata, Palea steindachneri, Pelodiscus axenaria, P. maackii, P. parviformis, P. sinensis e Rafetus swinhoei sono state aggiunte all'appendice III della Convenzione su richiesta della Cina.

(8) Nessuno degli Stati membri ha formulato riserve in merito a tali modifiche.

(9) In occasione della 13a sessione della conferenza delle parti della Convenzione sono stati inoltre adottati nuovi riferimenti tassonomici; è quindi necessario rinominare e riclassificare alcune delle specie elencate nelle appendici della Convenzione.

(10) A seguito delle modifiche apportate alle appendici I, II e III della Convenzione, è necessario modificare gli allegati A, B e C dell'allegato del regolamento (CE) n. 338/97.

(11) Nonostante la specie Haliaeetus leucocephalus sia stata trasferita all'appendice II della Convenzione, l'articolo 6, paragrafo 1, della direttiva 79/409/CEE del Consiglio, del 2 aprile 1979, concernente la conservazione degli uccelli selvatici (²), ne giustifica la permanenza nell'allegato A dell'allegato del regolamento (CE) n. 338/97.

(12) Conformemente alle disposizioni dell'articolo 12, paragrafo 2, della direttiva 92/43/CEE del Consiglio, del 21 maggio 1992, relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche (³), Orcaella brevirostris figura già nell'allegato A dell'allegato del regolamento (CE) n. 338/97.

(13) Le specie Arisaema jacquemontii, A. speciosum, A. triphyllum, Biaris davisii ssp. davisii, Othonna armiana, O. euphorbioides, O. lobata, Adenia fruticosa, A. spinosa, Ceraria gariepina, C. longipedunculata, C. namaquensis, C. pygmaea, C. schaeferi, Trillium catesbaei, T. cernuum, T. flexipes, T. grandiflorum, T. luteum, T. recurvatum e T. undulatum, attualmente nell'allegato D dell'allegato del regolamento (CE) n. 338/97, non sono importate nella Comunità in quantità tali da esigere un monitoraggio. È quindi opportuno eliminare tali specie dall'allegato D.

(14) D'altro canto, il volume di importazione nella Comunità di Selaginella lepidophylla, attualmente non compresa negli allegati A, B, C o D dell'allegato del regolamento (CE) n. 338/97, è tale da esigere un monitoraggio. È quindi opportuno includere tale specie nell'allegato D dell'allegato del regolamento (CE) n. 338/97.

(15) La natura degli scambi commerciali di Harpagophytum spp., attualmente compresa nell'allegato D dell'allegato del regolamento (CE) n. 338/97, è tale da esigere un monitoraggio per quanto riguarda il commercio sia di materiale vegetale morto sia di piante vive. È quindi opportuno modificare l'elenco di tale genere inserendo un'annotazione in tal senso.

(16) Considerata l'entità delle modifiche, è opportuno, a fini di chiarezza, sostituire l'allegato del regolamento (CE) n. 338/97 nella sua totalità.

(17) Le misure previste dal presente regolamento sono conformi al parere del comitato per il commercio della flora e della fauna selvatiche,

HA ADOTTATO IL PRESENTE REGOLAMENTO:

Articolo 1 
L'allegato del regolamento (CE) n. 338/97 è sostituito dal testo dell'allegato del presente regolamento.

Articolo 2 
Il presente regolamento entra in vigore il terzo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.

Fatto a Bruxelles, il 9 agosto 2005.

Per la Commissione
Stavros Dimas
Membro della Commissione

(¹) GU L 61 del 3.3.1997, pag. 1.
(²) GU L 103 del 25.4.1979, pag. 1.
(³) GU L 206 del 22.7.1992, pag. 7.

(Classe: Reptilia, Ordine: Testudinata)
Allegato A
Allegato B
Allegato C
EMYDIDAE
Batagur baska
Clemmys muhlenbergi
Geoclemys hamiltonii
Kachuga tecta
Melanochelys tricarinata
Morenia ocellata
Terrapene coahuila

TESTUDINIDAE
Geochelone nigra
Geochelone radiata
Geochelone yniphora
Gopherus flavomarginatus
Malacochersus tornieri
Psammobates geometricus
Pyxis arachnoides
Pyxis planicauda
Testudo graeca
Testudo hermanni

Testudo kleinmanni
Testudo marginata
Testudo werneri

CHELONIIDAE
Cheloniidae spp.

DERMOCHELYIDAE
Dermochelys coriacea

TRIONYCHIDAE
Apalone ater
Aspideretes gangeticus
Aspideretes hurum
Aspideretes nigricans

CHELIDAE
Pseudemydura umbrina

DERMATEMYDIDAE
Dermatemys mawii

PLATYSTERNIDAE
Platysternon megacephalum

EMYDIDAE
Annamemys annamensis
Callagur borneoensis
Chrysemys picta
Clemmys insculpta
Cuora spp.
Heosemys depressa
Heosemys grandis
Heosemys leytensis
Heosemys spinosa
Hieremys annandalii
Kachuga spp.
Leucocephalon yuwonoi
Malayemys subtrijuga
Mauremys mutica
Notochelys platynota
Orlitia borneensis
Pyxidea mouhotii
Siebenrockiella crassicollis
Terrapene spp.
Trachemys scripta elegans

TESTUDINIDAE
Testudinidae spp.

TRIONYCHIDAE
Amyda cartilaginea
Chitra spp.
Lissemys punctata
Pelochelys spp.

PELOMEDUSIDAE
Erymnochelys madagascariensis
Peltocephalus dumeriliana
Podocnemis spp.

CARETTOCHELYIDAE
Carettochelys insculpta

CHELIDAE
Chelodina mccordi

EMYDIDAE
Chinemys megalocephala
Chinemys nigricans
Chinemys reevesii
Geoemyda spengleri
Mauremys iversoni
Mauremys pritchardi
Ocadia glyphistoma
Ocadia philippeni
Ocadia sinensis
Sacalia bealei
Sacalia pseudocellata
Sacalia quadriocellata TRIONYCHIDAE
Palea steindachneri
Pelodiscus axenaria
Pelodiscus maackii
Pelodiscus parviformis
Pelodiscus sinensis
Rafetus swinhoei
Trionyx triunguis

PELOMEDUSIDAE
Pelomedusa subrufa
Pelusios adansonii
Pelusios castaneus
Pelusios gabonensis
Pelusios niger

L'abbreviazione «spp.» serve a designare tutte le specie di un taxon superiore.
Nome (di una specie o taxon) indica che non figura nell'Appendice della Convenzione.


CE Regolamento n. 252/2005
recante modifica del regolamento (CE) n. 349/2003 che sospende l'introduzione nella Comunità di esemplari di talune specie di fauna e flora selvatiche

Regolamento (CE) n. 252/2005 della Commissione del 14 febbraio 2005
(G.U.C.E. 15 Febbraio 2005, n. L 43)

LA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea,

visto il regolamento (CE) n. 338/97 del Consiglio, del 9 dicembre 1996, relativo alla protezione di specie della flora e della fauna selvatiche mediante il controllo del loro commercio (¹), in particolare l'articolo 19, punto 2,

sentito il parere del gruppo di consulenza scientifica,

considerando quanto segue:

(1) A norma dell’articolo 4, paragrafo 6, del regolamento (CE) n. 338/97, la Commissione può stabilire restrizioni all’introduzione di alcune specie nella Comunità, alle condizioni ivi previste alle lettere da a) a d).

(2) L’elenco delle specie la cui introduzione nella Comunità è sospesa è stato da ultimo stabilito dal regolamento (CE) n. 349/2003 della Commissione, del 25 febbraio 2003, che sospende l'introduzione nella Comunità di esemplari di talune specie di fauna e flora selvatiche (²).

(3) L’allargamento dell’Unione europea a 25 Stati membri dal 1° maggio 2004 impone di cancellare dall'elenco tutte le preesistenti sospensioni riguardanti le specie originarie dei nuovi Stati membri.

(4) Sulla base di recenti informazioni, il gruppo di consulenza scientifica è giunto alla conclusione che lo stato di conservazione di alcune specie elencate negli allegati A e B del regolamento (CE) n. 338/97 potrebbe essere messo seriamente in pericolo qualora non ne venisse sospesa l’introduzione nella Comunità a partire da alcuni paesi di origine; si tratta delle seguenti specie e dei seguenti paesi di origine:

- Blastomussa spp., Cynarina lacrymalis, Plerogyra spp. e Trachyphyllia geoffroyi provenienti dall’Indonesia (tutti gli esemplari tranne quelli allevati in impianti di maricoltura su substrati artificiali),

- Chamaeleo gracilis provenienti dal Benin (esemplari selvatici ed esemplari allevati allo stato naturale),

- Euphorbia bulbispina ed Euphorbia guillauminiana provenienti dal Madagascar,

- Geochelone pardalis provenienti dal Mozambico (esemplari allevati allo stato naturale),

- Mantella aurantiaca, Pachypodium rosulatum e Pachypodium sofiance provenienti dal Madagascar,

- Naja spp. provenienti dalla Repubblica democratica popolare del Laos,

- Psittacus erithacus provenienti dalla Nigeria,

- Ursus arctos provenienti dalla provincia della Columbia britannica, Canada (trofei di caccia).

(5) Il gruppo di consulenza scientifica è inoltre giunto alla conclusione che la sospensione dell'introduzione nella Comunità dello Psittacus erithacus proveniente dalla Repubblica democratica del Congo non è più giustificata dallo stato di conservazione di questa specie.

(6) Il gruppo di consulenza scientifica ha altresì concluso che l’introduzione nella Comunità delle specie Chrysemys picta e Oxyura jamaicensis costituisce una minaccia ecologica per alcune specie selvatiche di flora e di fauna indigene della Comunità e deve pertanto essere sospesa.

(7) Tutti i paesi di origine delle specie soggette alle nuove restrizioni all’introduzione nella Comunità previste nel presente regolamento sono stati consultati.

(8) L’articolo 41 del regolamento (CE) n. 1808/2001 della Commissione, del 30 agosto 2001, recante modalità d’applicazione del regolamento (CE) n. 338/97 del Consiglio, relativo alla protezione di specie della flora e della fauna selvatiche mediante il controllo del loro commercio (³), stabilisce le disposizioni per l’applicazione da parte degli Stati membri delle restrizioni stabilite dalla Commissione.

(9) Occorre quindi modificare opportunamente l’allegato del regolamento (CE) n. 349/2003 e, per motivi di chiarezza, procedere alla sua sostituzione.

(10) Le misure previste dal presente regolamento sono conformi al parere del comitato sul commercio delle specie di fauna e flora selvatiche,

HA ADOTTATO IL PRESENTE REGOLAMENTO:

Articolo 1 
L’allegato al regolamento (CE) n. 349/2003 è sostituito dall’allegato al presente regolamento.

Articolo 2 
Il presente regolamento entra in vigore il terzo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.

Fatto a Bruxelles, il 14 febbraio 2005.

Per la Commissione
Markos Kyprianou
Membro della Commissione

(¹) GU L 61 del 3.3.1997, pag. 1. Regolamento modificato da ultimo dal regolamento (CE) n. 834/2004 della Commissione (GU L 127 del 29.4.2004, pag. 40).
(²) GU L 51 del 26.2.2003, pag. 3. Regolamento modificato da ultimo dal regolamento (CE) n. 776/2004 della Commissione (GU L 123 del 27.4.2004, pag. 31).
(³) GU L 250 del 19.9.2001, pag. 1.

 

ALLEGATO
Esemplari delle specie elencate nell'allegato B del regolamento (CE) n. 338/97 la cui introduzione nella Comunità è sospesa

(Classe: Reptilia, Ordine: Testudinata)
Specie
Provenienza
Esemplari
Paesi di origine
In base all'articolo 4, paragrafo 6, lettera:
Emydidae
Callagur borneoensisSelvaticaTuttiTuttib
Chrysemys pictaTutteViviTuttid
Cuora amboinensisSelvaticaTuttiMalaysiab
Trachemys scripta elegansTutteViviTuttid
Testudinidae
Geochelone chilensisSelvaticaTuttiArgentinab
SelvaticaViviTuttic
Geochelone denticulataSelvaticaTuttiBolivia, Ecuadorb
SelvaticaViviTuttic
Geochelone elegansSelvaticaTuttiBangladesh, Pakistanb
SelvaticaViviTuttic
Geochelone giganteaSelvaticaTuttiSeychellesb
Geochelone pardalisSelvaticaTuttiMozambico, Repubblica democratica del Congo, Tanzaniab
Di allevamento allo stato naturaleTuttiMozambicob
Geochelone platynotaSelvaticaTuttiMyanmarb
Gopherus agassiziiSelvaticaTuttiTuttib
Gopherus berlandieriSelvaticaTuttiTuttib
Gopherus polyphemusSelvaticaTuttiStati Uniti d'Americab
Homopus areolatusSelvaticaViviTuttic
Homopus boulengeriSelvaticaViviTuttic
Homopus femoralisSelvaticaViviTuttic
Homopus signatusSelvaticaViviTuttic
Indotestudo elongataSelvaticaTuttiBangladesh, Cina, Indiab
Indotestudo forsteniiSelvaticaTuttiTuttib
Kinixys bellianaSelvaticaTuttiMozambicob
Di allevamento allo stato naturaleTuttiBenin, Mozambicob
SelvaticaViviTuttic
Kinixys erosaSelvaticaTuttiTogob
SelvaticaViviTuttic
Kinixys homeanaDi allevamento allo stato naturaleTuttiBeninb
SelvaticaViviTuttic
Kinixys natalensisSelvaticaViviTuttic
Manouria emysSelvaticaTuttiBangladesh, Brunei, Cambogia, Cina, India, Indonesia, Laos, Myanmar, Thailandiab
SelvaticaViviTuttic
Manouria impressaSelvaticaTuttiTutti (Vietnam escluso)b
SelvaticaViviTuttic
Psammobates spp.SelvaticaViviTuttic
Pyxis arachnoidesSelvaticaTuttiTuttib
SelvaticaViviTuttic
Testudo horsfieldiiSelvaticaViviTuttic
SelvaticaTuttiCina, Pakistanb
Pelomedusidae
Erymnochelys madagascariensisSelvaticaTuttiMadagascarb
Podocnemis erythrocephalaSelvaticaTuttiColombia, Venezuelab
Podocnemis expansaSelvaticaTuttiColombia, Ecuador, Guyana, Perù, Trinidad e Tobago, Venezuelab
Podocnemis lewyanaSelvaticaTuttiTuttib
Podocnemis sextuberculataSelvaticaTuttiPerùb
Podocnemis unifilisSelvaticaTuttiSurinameb

Home Page
e-mail: turtleportal@free.fr

© Il Portale delle Tartarughe, 2000-2010. All rights reserved.